lunedì 13 settembre 2010

Sotto ai ricci la g'ha i capricci...

Così mi canticchiava la mia nonna. Che di ricci se ne intendeva, e che nascondeva in un'anonima crocchia che non la valorizzava certo.
Me lo diceva, accarezzando i miei di ricci, ogni volta che borbottavo e protestavo...
Ma non è per parlarvi della mia nonna che ho esordito così. Di lei vi ho raccontato qui.
Oggi il pretesto dei ricci/capricci è per mostrarvi il mio ultimo lavoro, che si chiama proprio "Capriccio".

E' un bracciale che mi frullava per la testa da un po' di tempo. L'avevo visto in vari blog e me ne ero innamorata, anche se non è certo lavoro che passa inosservato. Diciamo che la discrezione non è il suo tratto caratteristico. Ma ogni tanto un bel "lampadario" si può anche indossare...
Beh, le spiegazioni erano in spagnolo. Ma io ho amiche speciali. Chiara ed Eliana si sono date da fare. La prima mandandomi una spiegazione personalizzata, e la seconda pubblicando addirittura sul suo blog il tutorial in italiano.
A questo punto non ho avuto più scuse e mi sono cimentata con il capriccio.
Rispetto al materiale che viene indicato devo dire che i 35 gr. di rocailles miyuki sono decisamente abbondanti. Io ne ho utilizzati meno di 20 gr. e lo devo pure disfare perché è decisamente largo, tanto che addirittura lo perdo e così sta proprio male.
Ho usato 430 swarovski ma anche questi, ovviamente, sono troppi. Credo che con 370 venga della misura giusta per me.
Bisogna lavorare prima una griglia con le rocailles. Io avevo paura che poi cucendo gli swarovski la maglia si sarebbe irrigidita stringendosi, invece è il contrario. I bicono irrigidiscono sì il bracciale, ma distendono il rombo della griglia di base. Così è sufficiente una lunghezza che lasci passare appena appena la mano e non di più.
Va beh, si dice che "faa e desfaa l'è tutt lauraa" (fare e disfare è sempre lavorare), così non me la prendo. Però è lungo da fare e mi secca un po' scucire tutto e ricominciare...
Ma si sa, i capricci si pagano... Quando ero piccola, dopo i capricci c'era immancabile il castigo. E così anche ora...

7 commenti:

  1. ti è venuto una meravilia........poi mi piace tanto il colore che hai scelto!

    RispondiElimina
  2. Ciao Elena è super-super-bello!!

    RispondiElimina
  3. Non mi sembra un lampadario.....allora tu i lampadari non li conosci....!!!!!Buona giornata deny

    RispondiElimina
  4. Ciao Elena, davvero bellissimo!!! Non è tanto il mio genere ma fatto così di questo colore così bello credo che lo metterei anch'io:)
    ciao Grazia

    RispondiElimina
  5. COMPLIMENTI PER IL BRACCIALE,è bellissimo,invidio chi se lo può mettere,io ho un polso quasi inesistente,che mi arriverebbe alla spalla!a proposito di ricci,ti ho messo un pensierino nel mio blog,che un pò rappresenta anche me.Ancora ciao e a presto.Giulia

    RispondiElimina
  6. Ciao Elena.
    Il bracciale è molto bello e i colori degli SW mi piace molto.
    Bravissima.
    Un bacio.
    Nunzia

    RispondiElimina
  7. Ciao Elena! Bravissima!Io adoro il capriccio, mi sono ripromessa di farlo prima o poi però mi spaventano un po' i lavori lunghi. Per il momento ammiro il tuo che davvero stupendo ciao ciao MARI;D:

    RispondiElimina

I vostri commenti sono preziosi per me. Lasciano una traccia tangibile del vostro passaggio e contribuiscono a rinsaldare l'amicizia. Grazie dunque per tutto quello che scrivete.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails