mercoledì 19 agosto 2015

Prove d'autunno

Ferragosto è appena passato ma il mio pensiero è proiettato in avanti, al prossimo autunno, alla ripresa dei corsi di maglia.
La novità di quest'anno è che i corsi serali che tenevo a Cermenate e presso la biblioteca di Lazzate verranno accorpati in un'unica serata, il mercoledì, presso la Bottega Creativa di Elena Parenti, sempre a Lazzate, in via Vittorio Emanuele, 12.

L'ambiente è molto grande, accogliente, con un bel camino, un tavolone di legno massiccio e con le pareti piene di stoffe, nastri, lavori diversi che Elena realizza con passione e competenza.
Il mercoledì sera, a partire dal 16 settembre, per otto lezioni di due ore l'una, la Bottega sarà a disposizione di chi vorrà cimentarsi con la maglia e i ferri circolari.
Accanto alle allieve, ormai storiche, ci sarà posto per le "new entry" che volessero condividere con noi la magia del lavoro a maglia.

Elena (che ci volete fare, ci chiamiamo allo stesso modo!) mi aiuterà nella conduzione del corso, così abbiamo deciso di proporre due modelli diversi, una maglia chiusa e un cardigan, dando la possibilità a ciascuna partecipante di scegliere qualche capo vorrà realizzare.
I modelli proposti sono Water and Stone di Veera Valimaki e Natsumi di Yoko Hatta. Entrambi bellissimi, io ne sono innamorata da tempo.

Mi piacerebbe riuscire a realizzarli tutti e due prima dell'inizio del corso, ma sarà un'impresa difficile. Per il momento ho avviato il secondo, e devo dire che sta procedendo speditamente.

Ecco le foto del mio lavoro

come si può vedere si lavora orizzontalmente, da un fianco verso l'altro, davanti e dietro contemporaneamente. Ho già quasi completato la scollatura davanti, ormai sono a buon punto. Il fianco da cui sono partita con un avvio provvisorio all'uncinetto, andrà poi cucito a punto maglia. Sto utilizzando un filato che in precedenza era altro lavoro, ecco perché nella fotografia si vede chiaramente il punto dove ho incominciato il filato "usato": i punti sono molto più irregolari. Naturalmente il lavaggio e poi il bloccaggio elimineranno l'inconveniente.

Sono fortunata che in questi giorni le temperature si sono abbassate notevolmente, perché lavorare la lana si stava rivelando un'impresa davvero impossibile.

Spero di riuscire a finirlo velocemente per avviare anche l'altro, che poi lavorerò e finirò durante il corso. La lana ce l'ho già in casa, si tratta della Holst Garn Supersoft, un filato che io amo particolarmente. Ne ho avanzato parecchio dopo aver realizzato la giacca Rivulet, e credo che questo sia proprio il progetto giusto per finire la rocca.

1 commento:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina

I vostri commenti sono preziosi per me. Lasciano una traccia tangibile del vostro passaggio e contribuiscono a rinsaldare l'amicizia. Grazie dunque per tutto quello che scrivete.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails