mercoledì 18 dicembre 2013

Consegna per CuorediMaglia

Stamattina sono tornata al reparto di Terapia Intensiva Neonatale dell'Ospedale S. Anna di Como. L'ultima consegna l'avevo fatta ormai un bel po' di mesi fa, ed era ora di effettuare quella invernale.
D'accordo con la caposala, sig.ra Annamaria, ci sentiamo un paio di volte l'anno, prima di Natale e prima dell'estate.

Ho consegnato capi semplici, perché le istruzioni che sono arrivate in passato dal personale sono state molto chiare: cappellini, scarpine e coperte. Tante scarpine e tante coperte. Et voilà!



Abbiamo cercato di fare del nostro meglio!
Il nostro gruppo è piccino, ma le mani lavorano alacremente e instancabili, realizzando capi semplici, certamente, ma sferruzzati col cuore...

Questa volta sono riuscita a scattare una foto delle infermiere che erano in reparto stamattina, cosa che di solito non mi riesce perché sono sempre molto impegnate e piuttosto schive. Eccole qui, sorridenti davanti all'albero di Natale che rallegra il corridoio


Vi anticipo una sorpresa, in anteprima: i bimbi che si troveranno in reparto a Natale e durante le feste riceveranno un piccolo dono da parte del personale, un paio di scarpine confezionate molto semplicemente in un sacchettino trasparente, con un fiocchetto. Sono alcune delle scarpine che abbiamo portato quest'estate, che le infermiere hanno preparato per lasciare un piccolo segno del loro e del nostro affetto.



Permettetemi una considerazione. Questa non è la prima volta che vado in ospedale per una consegna, e ancora non conosco i nomi delle persone che lavorano per il gruppo maglia di Cermenate. Ho contatti con le due "referenti" Annalisa e Liliana, ma tutte le altre signore lavorano nell'ombra, in silenzio.
So che tra di loro si sono divise i compiti, chi acquista il filato, chi distribuisce gli schemi, chi confeziona e mi consegna. E io faccio solo da tramite. Ricevo e consegno. E mi sento dire "grazie". 
E' un grazie che giro, di cuore, a tutte le persone che dedicano tempo, energie, entusiasmo, pazienza e amore a famiglie sconosciute, a genitori di cui non conoscono il nome, la storia e a bambini che cominciano la vita con fatica, in salita. 
Questa discrezione è una delle cose che apprezzo di più! E non è solo perchè è Natale. Mi piace pensare che ci sono ancora persone che fanno del "non sappia la tua destra cosa fa la tua sinistra" uno stile di vita.
Grazie, grazie, grazie. E buone feste a tutti!

3 commenti:

  1. Sono emozioni forti e belle… ti abbraccio!

    RispondiElimina
  2. Ma che bello leggere queste cose! Ci si sente più leggeri, più sereni, sapendo che esistono (ancora) persone che regalano parte del loro tempo a fare qualcosa per un prossimo che neanche conoscono.
    Anche io non le conosco, ma si sento di dire grazie!

    RispondiElimina
  3. bacio! :-)
    ci sentiamo presto.

    RispondiElimina

I vostri commenti sono preziosi per me. Lasciano una traccia tangibile del vostro passaggio e contribuiscono a rinsaldare l'amicizia. Grazie dunque per tutto quello che scrivete.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails