lunedì 17 maggio 2010

Il mio primo (secondo) topdown: FINITO!

Ero proprio incerta sul titolo da dare a questo post: primo o secondo topdown? Che domande! direte voi. E' che mi piace essere precisa e il primo topdown è quello di prova che ho iniziato qualche settimana fa, con la lana recuperata, come potete vedere qui.
Poi l'ho accantonato, perché mi sono innamorata di questo filato:



Si chiama Oasis, della Grignasco. E' un misto di viscosa, poliammide, cotone, lino e poliestere. Insomma, un bel minestrone! ma mi piaceva tantissimo sia il colore che la consistenza. Il filo non è regolare, a tratti si ingrossa e l'effetto che dà è piuttosto grezzo. Mi piacevano anche le screziature di colore così l'ho comprato. Non è a buon mercato. Un gomitolo da 50 g (85 mt) costa 4,20 euro e per la mia taglia (XXXXXXXL) ne ho dovuti comprare 10 gomitoli... Però una pazzia ogni tanto si può fare, no?
E' lavorato topdown ed è stata una sensazione meravigliosa il non dover fare neanche una cucitura! Non mi pareva vero. Una volta chiuso il lavoro è bastato nascondere i fili dove ho iniziato i gomitoli nuovi e la maglia era pronta!
Ecco qui il risultato d'insieme. La modella non è certo Naomi Campbell, ma tant'è... questa passa il convento e questa (la sottoscritta) ci teniamo!



Qui vi mostro un particolare del punto traforato e dello scollo che ho rifinito con un semplice giro di punto basso all'uncinetto e poi punto gambero.



Ora provo a darvi le spiegazioni, sperando di essere utile.
E' necessario lavorare con i ferri circolari. I primi giri si lavorano in piano, poi si unisce il lavoro e si continua in tondo.
Vi darò lo schema con i punti che ho usato io, ma a seconda delle vostre misure e del filo e dei ferri che userete, il numero dei punti varierà, ma non i centimetri. Cioè vorrei spiegarvi la tecnica, così che poi ciascuna possa essere autonoma. Procediamo.
Si calcola per prima cosa la misura del collo dietro. Indicativamente, per me, ho considerato 15 cm. che corrispondevano a 24 punti.
Poi si calcola, per ogni manica, 1/3 dei punti del collo. Nel mio caso, che prenderò come esempio, 1/3 di 24 è 8, quindi per le due maniche, altri 16 punti.
Si devono aggiungere ancora 2 punti (1 per ogni metà del davanti) e altri 4 punti che sono quelli prima e dopo i quali si devono fare gli aumenti per creare i raglan. Fin qui è tutto chiaro?
In totale, per la mia maglia, ho avviato 46 punti e li ho così suddivisi: 1 p.to, segnapunti, 1 p.to, segnapunti, 8 p.ti, segnapunti, 1 p.to, segnapunti, 24 p.ti, segnapunti, 1 p.to, segnapunti, 8 p.ti, segnapunti, 1 p.to, segnapunti, 1 p.to
I primi due ferri li ho lavorati a maglia rasata senza aumenti, poi ho iniziato ad aumentare, sul diritto del lavoro, in questo modo:
1° f: 1 aum., 1 dir., 1 gett., segnapunti, 1 dir., segnapunti, 1 gett., 8 dir. 1 gett, segnapunti, 1 gett. 24 dir., 1 gett., segnapunti, 1 gett. 8 dir., 1 gett., segnapunti, 1 gett., 1 dir. 1 aum.
2° f: a rov.
dal 3° f. e tutti i f. dispari: ho aumentato 1 punto sul davanti (per formare la V dello scollo) e ho lavorato 1 gett. prima e dopo ogni punto evidenziato dai segnapunti, cioè quelli che formano il motivo a raglan e segnano la divisione delle varie parti della maglia.
Quando lo scollo è stato sufficiente, ho unito i due davanti, iniziando a lavorare in tondo, a questo punto sempre a diritto, aumentando solo con i gett. ogni due ferri (prima era solo sul dir. del lavoro).
Quando sono arrivata all'altezza delle ascelle, indicativamente per il mio modello, a 27,5 cm, ho lasciato in sospeso le maglie delle maniche e ho continuato a lavorare, sempre in tondo, sul corpo della maglia.
Alla lunghezza desiderata, ho inserito il motivo traforato, che si lavora su un numero di maglie multiplo di 6.
1° f. a rov.
2° f. * 1 gett., 2 ins. a rov.*, continuare da * a * per tutto il ferro.
3° f. a rov.
4° f. a diritto
5° f. 3 dir. *1 gett., 1 accavallato, 4 dir.*, proseguire da * a * e finire con 1 dir.
6° f. e tutti i f. pari: a diritto
7° f. 1 dir. *2 ins. a dir., 1 gett., 1 dir., 1 gett., 1 acc., 1 dir.* rip. da * a* e finire con 1 acc.
9° f. *1 acc. doppio (attenzione: solo all'inizio del ferro bisogna togliere il segnapunti, lav. insieme due m. a dir. e accavallare l'ultimo punto del f. precedente), 1 gett., 3 dir., 1 gett.* rip. da * a*
11° f. 2 dir., *1 gett., 1 acc. doppio, 1 gett., 3 dir.*, rip. da * a* e terminare con 1 dir.
13° f. 3 dir., *1 gett., 1 acc., 4 dir.*, rip. da * a * e terminare con 1 dir.
Ripetere ancora i primi 3 ferri, poi lavorare 4 f. a dir., poi 1 gett., 2 ins. a dir. per tutto il 5° ferro, ancora 4 f. a diritto e chiudere il lavoro.
Riprendere ora le maniche. Io che ho le braccia cicciotte ho aggiunto 6 punti nel sottomanica, prima di unire e lavorare in tondo. Si possono evitare se, provando la manica, non stringe.
Spero di essere stata chiara. E' la prima volta che mi cimento con le spiegazioni di un modello e non so se si capisce bene.
Consiglio: provate. E' più facile a farsi che a dirsi!






20 commenti:

  1. Io non ci capisco niente ma dico solo BRA-VIS-SI-MA!!! Non finirò mai di dirtelo!!
    Che manine che c'haiiiii.....!!!

    RispondiElimina
  2. Grazie Simona, il tuo sostegno è prezioso. Che dici, mi rivolgo ai Lloyds per assicurarle, le manine d'oro? Ahahahahahah

    RispondiElimina
  3. elena tu sei una bomba!!!! grazie, adesso mi stampo il tuo post e me lo leggo con calma!!
    queste cose è meglio seguirle con il lavoro in mano, almeno io preferisco cosi altrimenti mi perdo!!
    mi intriga questa storia del topdown raglan e voglio provarci!!!
    grazie per le spiegazioni in italiano, impossibili da trovare!!

    bacioni eli

    RispondiElimina
  4. complimenti, ti è venuto benissimo!!!

    RispondiElimina
  5. Elena bravissima! E' venuto benissimo! Adesso voglio fare un maglioncino anche io con lo scollo a V!!!! :)
    Mi piacciono molto anche i dettagli dei bordi, sempice il corpo ma con un tocco femminile.
    Viva il top-down! :)

    RispondiElimina
  6. @ Eli: felice di essere utile, almeno spero di esserlo. Io ho preso tanto dai blog altrui...
    @ Andreina: grazie...
    @ Micicuta: i tuoi complimenti sono particolarmente graditi. Venendo da una "maga" come te mi fanno viaggiare a 10 cm da terra...

    RispondiElimina
  7. Ciao sono Silvia, che belle cose che fai, e poi complimenti alla tua bambina, mi ha fatto ricordare quando mia nonna mi insegnava, che momenti belli....ma i miei primi lavori erano tutti buchi:-)), mi sa che la tua piccolina sarà bravissima.

    RispondiElimina
  8. Ciao Elena.
    ...devo dire la verità...siamo amiche e mi accetterai per quello che sono...una grandissima incompetente di maglia, per cui leggendo le prime righe di spiegazione per la maglia ho cominciato a confondermi (24 punti 16 maglie, maniche=1/3 collo...)poi ho cominciato a vedere i fili nella mia testa...tutti incarbugliati!!!
    Così ho decisso di battere le mani e dirti...HAI TUTTA LA MIA AMMIRAZIONE!!! e ti dirò anche che se provassi a fare anche solo un giro di maglia sicuramente verrebbe fuori che magari mi strangolo da sola e sai...l'idea non mi garba molto!^_^
    La maglia che hai fatto, a parte tutte le sciocchezze che ho detto) è stupenda e la decorazione traforata a fondo maglia e nelle maniche è bellissima...ed è anche della mia taglia...scherzo!!!!
    Baci baci.
    Nunzia

    RispondiElimina
  9. @ Silvia: Grazie per i complimenti. Ho scoperto che tante di noi, amanti della maglia, hanno ricordi che si perdono negli anni dell'infanzia. Chissà che fra qualche anno Sara non possa dire "avevo 7 anni e mia madre..."
    @ Nunzia: cara, non pensare neanche di iniziare se c'è il rischio di finire strozzata... e come faremmo noi tutte senza di te?
    Se anche tu, quando indossi qualcosa, hai più XXX che LL, allora "mal comune, mezzo gaudio"...

    RispondiElimina
  10. ciao Elena, la tua maglia topdown è bellissima e la modella lasciamelo dire è fantastica!!!!
    E' da tanto tempo che vorrei provare anch'io qualcosina topdown, ma sai cosa mi frena? I ferri circolari!
    Quando uso i due ferri tradizionali sono molto veloce , al contrario quando uso il ferro circ. sono una tartaruga!!!!!
    Ma il desiderio è forte e sono sicura che prima o poi mi faccio tentare, poi adesso con le tue spiegazioni la tentazione è fortissima!!!

    RispondiElimina
  11. Visto? Alla fine del lavoro il risultato si gode pienamente, perchè non c'è da fare nessuna odiosissima cucitura, si indossa e via :)
    Io ho trovato chiarissima la tua spiegazione, francamente io i punti li calcolavo in base all'esperienza però farò tesoro del suggerimento circa le proporzioni :)
    Complimentoni, mi piace tantissimo, e il bordino traforato è un tocco di classe :) Brava, brava, brava :))

    RispondiElimina
  12. @ ariarossa: grazie. Complimenti graditissimi.
    @ luigi@: mi fa piacere che la maglia ti piaccia, ma sei sicura di non aver bisogno degli occhiali quando parli della modella? Sei un tesoro! Anch'io all'inizio ero molto lenta, ma poi con l'abitudine ci si sveltisce.
    @ tzugumi: mi ha colpito l'estrema semplicità di calcolo delle misure. Così posso realizzare i modelli in base alla mia figura e non devo adattare gli schemi di un'altra.

    RispondiElimina
  13. ciao Elena.....con i circ lavori alla continentale? il filo sulla sinistra?.....hai notizia di qualche video dove posso vedere come si fa? magari riesco ad essere più veloce!!! ciao e grazie!!!

    RispondiElimina
  14. ....la modella? hai nominato naomi campbell....antipatica all'ennesima potenza!!!vuoi mettere?Ci vorrebbero mille naomi per fare una sola Elena anzi non basterebbero ....tu sei irripetibile!!!!

    RispondiElimina
  15. @ Luigi@: grazie cara, se fossimo vicine ti darei un bacio in fronte! Fa' conto di averlo ricevuto.

    RispondiElimina
  16. ti ringrazio per aver condiviso le spiegazioni del topdawn,che cercavo da tempo ,sei stata molto gentile.ciao

    RispondiElimina
  17. Ciao ma se volessi fare il giro collo come faccio per la misura???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per il giro collo si parte come per lo scollo a V, quindi con gli aumenti ai lati della scollatura. Preventivamente devi calcolare quanto vuoi che sia profondo il tuo scollo. Una volta arrivata a questa misura, tra i due davanti aggiunti tanti punti quanti sono quelli che ti permettono di avere la stessa misura del dietro. Es. se dietro hai 80 punti e la somma dei due davanti ti dà 68, aggiungerai 12 punti avviati a nuovo nel mezzo.

      Elimina

I vostri commenti sono preziosi per me. Lasciano una traccia tangibile del vostro passaggio e contribuiscono a rinsaldare l'amicizia. Grazie dunque per tutto quello che scrivete.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails